Torna al Glossario Gas e Luce

Lampadine a incandescenza


Le lampadine a incandescenza funzionano mediante il principio dell'irraggiamento di fotoni, il quale viene generato dal surriscaldamento di un filamento metallico. Il filamento è contenuto dentro un bulbo di vetro, che nelle lampadine più moderne è riempito di gas inerte Argon, che riduce i pericoli di implosione e rallenta l'oscuramento del vetro causato dai residui del filamento. Sfruttando l'effetto Joule si ottiene il riscaldamento del filamento, fino a raggiungere temperature tali da emettere radiazioni luminose. La corrente assorbita da una lampadina durante la fase di accensione può essere fino a 12 volte maggiore rispetto a quella normale di lavoro; riscaldandosi, il filo aumenta la sua resistenza elettrica e ne diminuisce progressivamente l'amperaggio.

Nei paesi dell'Unione Europea la realizzazione di queste lampade è vietata, e viene solamente più concessa la vendita di elementi a magazzino, tranne in casi particolari come per gli elettrodomestici. Il rendimento è molto basso: solo circa il 10% della corrente elettrica viene trasformata in luce, mentre il restante 90% si trasforma in calore. Il passaggio di corrente, e l'eccessivo calore, consumano poco alla volta il filamento fino a portarlo alla rottura. Il materiale con cui comunemente viene realizzato questo elemento è il tungsteno, che ha un'aspettativa di vita pari a circa 1000 ore di utilizzo.

Esiste anche un'altra forma di lampadine ad incandescenza, le lampade alogene. Sono tecnologicamente più evolute e la loro vita media può arrivare fino a 4000 ore di utilizzo. Cercando di semplificare la teoria chimica di questa tecnologia, si può pensare alla lampada alogena come ad una lampada tradizionale con in più la capacità di autorigenerare il filamento di tungsteno. Questo è possibile grazie a degli speciali gas che vengono inseriti nel bulbo della lampada.
Il bulbo della lampada alogena viene realizzato in quarzo, per resistere alle temperature più elevate, necessarie a questo procedimento chimico di riparazione del tungsteno.




Hai trovato utile quest'articolo? Inviaci un tuo feedback

Tutti i campi contrassegnati con (*) sono obbligatori

Cerca in gaseluce.it


Ultimi articoli inseriti su gaseluce.it

Risparmiare sulla bolletta con le lampade al led

Le lampade al LED hanno un ottima durata nel tempo e mantengono gran parte della loro luminosità anche dopo essere state utilizzate per più di 50mila ore...

Pubblicato il 14/06/18 in Guide Energia Elettrica, Consigli sul risparmio, News e Info

Cosa succede se non paghi la bolletta della luce?

A causa della crisi economica e dei vari aumenti spesso gli Italiani non riescono ad arrivare a fine mese e a sostenere i costi delle utenze. In queste situazioni l’utente incorrere nel concreto rischio del distacco dell’utenza...

Pubblicato il 24/05/18 in Guide Energia Elettrica, News e Info

Quando il Canone TV non è obbligatorio?

Il pagamento del canone TV è obbligatorio se disponi di un apparecchio televisivo in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale satellitare e/o digitale terrestre e, con una legge introdotta nel 2016, il pagamento avviene direttamente tramite la bolletta di energia elettrica...

Pubblicato il 18/05/18 in Consigli sul risparmio, News e Info

Categorie presenti su gaseluce.it